Il Paese dell'amore. Vico del Gargano

0.00 (0 recensioni)

Descrizione

Il Paese dell’amore. Vico del Gargano

Scritto da Redazione

San Valentino è alle porte e noi non possiamo non condurvi alla scoperta del paese dell’amore. Stiamo parlando di Vico del Gargano, un borgo foggiano che sorge su di un colle, dalle antichissime origini e custode di testimonianze archeologiche di inestimabile valore.

Lasciatevi guidare dall’App ArtPuglia per scoprire le bellezze di una delle città più romantiche della Puglia e gli eventi che renderanno magico il vostro San Valentino.

Soprannominato il paese dell’amore non solo per il Santo patrono, ma anche per il vicolo del bacio. Una piccola viuzza del centro antico, larga appena 50 centimetri, dove gli innamorati si scambiano effusioni e nel giorno di San Valentino diventa attrazione, anche per i visitatori che si giurano amore eterno.

Proprio dal centro storico ha inizio il nostro percorso alla scoperta di uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Una passeggiata romantica in un labirinto di stradine di ciottoli e vicoli stretti su cui si affacciano case e palazzi caratteristici. Tra le diverse chiese, da non perdere la Matrice con il suo portale in pietra e gli undici altari interni, e quella di San Giuseppe che custodisce la statua lignea del Cristo Morto portata in processione il Venerdì Santo.

Proseguiamo fino a raggiungere il Castello con la sua forma quadrangolare, in cui restano tracce dei vari passaggi di proprietà e di stile, dai Normanni agli Aragonesi. Poco distante il Palazzo della Bella, edificio di inizio Novecento dall’architettura fiorentina di palazzo Vecchio, al quale dichiaratamente si ispira.

Fiore all’occhiello del borgo antico è il Trappeto Maratea del XIV secolo. Ricavato nella roccia, contiene una significativa collezione di strumenti per la produzione dell’olio, che è parte integrante della cultura locale.

Oltre agli innamorati, il patrono San Valentino protegge anche gli agrumi, frutti che hanno costituito per secoli la principale risorsa economica del paese. Infatti, il giorno della festa degli innamorati si celebra la messa solenne e la statua del santo, in legno dorato, sfila per le vie del paese addobbato con agrumi e alloro, ed è in questa occasione che vengono benedette piante ed i frutti di aranci e limoni elementi caratterizzanti della festa.

Una secolare tradizione racconta che mangiare le arance benedette dal patrono e berne il succo esaudisca tutti i desideri di gioia e felicità, come una miracolosa pozione d’amore. Nell’occasione si terrà l’evento “Terrarancia” dal 16 al 18 febbraio. Una tre giorni che racconta storia, tradizioni gastronomiche e tipicità del borgo pugliese. 

Tra una visita e l’altra non può mancare una sosta culinaria tra i ristoranti del centro, che propongono le tipiche strascinate con sugo di noci, i maccheroni con ragù di maiale o i cavatelli con i ceci. Per concludere in dolcezza gustate l’immancabile ostia piena, un croccante di frutta, mandorle e miele.

Recensioni

Voto

Recensioni Utenti

Aggiungi recensione

Benvenuti su ArtPuglia

ArtPuglia è un piattaforma web che promuove, valorizza e pubblicizza il patrimonio culturale della Regione Puglia. Dagli attrattori turistici di maggiore interesse fino a quelli più lontani dai classici tour, come ad esempio quelli dei piccolo borghi, con la finalità di favorire e incrementare la presenza di turisti nei luoghi della cultura meno conosciuti.

L’App ArtPuglia suggerisce agli utenti, attraverso un interfaccia semplice e intuitiva, i luoghi e gli eventi presenti nelle località ricercate e come raggiungerli. Inoltre, l’utente ha l’opportunità di contattare le guide turistiche per organizzare assieme un itinerario e visite guidate specifiche. 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Chiudi - Info