Santuario di Santa Maria della Serritella

0.00 (0 recensioni)

Descrizione

Ridotta in pessime condizioni statiche, la Chiesa di Santa Maria della Serritella fu restaurata prima dai Domenica tra il quattrocento e il cinquecento, poi nel settecento il Visitatore Apostolico ordinò la completa demolizione della navata di oriente e una trasformazione di quella restante. Fece chiudere la porta maggiore dell’ingresso sita a nord, costruendovi la nicchia per la Statua della Vergine e fece aprire un nuovo ingresso a sud. I documenti, inoltre, affermano anche che fu ufficiata dai frati dell’Ordine di San Domenico, chiamati dal popolo per la conservazione del culto della Madonna della Serritella, largamente diffuso in tutti i paesi della capitanata. La permanenza dei frati di San Domenico in Serritella si protrasse per oltre un secolo e restaurarono la chiesa e l’antico monastero. Nel 1718 il Cardinale Orsini fece collocare nella parte orientale l’altare della Chiesa di San Domenico di Volturino e l’anno seguente la aprì al culto. In seguito la chiesa venne conservato per interessamento del Pio Stabilimento di San Domenico per la pubblica Beneficenza. Fin dal secolo XVII vi ha dimora l’eremita, una volta frate poi laico, per la custodia della chiesa.

Dove si trova

Volturino, Foggia
Santuario di Santa Maria della Serritella

Recensioni

Voto

Recensioni Utenti

Aggiungi recensione

Benvenuti su ArtPuglia

ArtPuglia è un piattaforma web che promuove, valorizza e pubblicizza il patrimonio culturale della Regione Puglia. Dagli attrattori turistici di maggiore interesse fino a quelli più lontani dai classici tour, come ad esempio quelli dei piccolo borghi, con la finalità di favorire e incrementare la presenza di turisti nei luoghi della cultura meno conosciuti.

L’App ArtPuglia suggerisce agli utenti, attraverso un interfaccia semplice e intuitiva, i luoghi e gli eventi presenti nelle località ricercate e come raggiungerli. Inoltre, l’utente ha l’opportunità di contattare le guide turistiche per organizzare assieme un itinerario e visite guidate specifiche. 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Chiudi - Info